San Valentino

February 14, 2018

 

"Galeotto fu il libro e chi lo scrisse".

Paolo e Francesca leggevano insieme le avventure di Re Artù e dei suoi cavalieri, dell'amore impossibile fra Lancillotto e Ginevra, così sono stati rapiti dalla passione. 

Non hanno fatto una bella fine, la loro storia riecheggia nell'eternità direttamente dal V canto dell'Inferno dantesco. 

Per evitare cadute del genere, oggi le promesse d'amore eterno e sincero sono veicolate da fiori e cioccolatini. E per celebrare i fiorai, la Ferrero, la Perugina e tutti quelli che creano con il cioccolato, c'è una festa dedicata, che ricorre tutti gli anni nel mese di febbraio: San Valentino. Ebbene si, perché le premesse di questa ricorrenza non erano propriamente felici: si ricorda in realtà un martire, che ha subito le peggiori torture, sacrifici, supplizi ed è diventato il santo protettore degli innamorati. Siamo messi bene! Quindi, per dimenticare tutto questo e scongiurare il rischio di fare la fine dei personaggi della Divina Commedia, il 14 febbraio addobbiamo i negozi a festa, con oggetti oggettini pacchettini colmi di cuoricini, nastrini, foto di innamorati, riempiamo i supermercati di scatole di cioccolatini tutti i gusti +1 e i fiorai preparano composizioni degne di un matrimonio. 

Le donne hanno altissime aspettative su questa giornata e cosa farai tu, fidanzato/marito, segnerà il tuo futuro per i mesi successivi. Cena fuori a lume di candela, rose rosse, cioccolatini, bigliettino romantico su regalo speciale e pensato appositamente per lei, dichiarazioni d'amore, complimenti a non finire. Uno su mille ce la fa. Per quasi tutti gli uomini San Valentino sarebbe un giorno da cancellare dal calendario e dal cervello delle donne, che da single lo disprezzano e nel momento in cui si fidanzano non aspettano altro: il 14 febbraio è cerchiato a fuoco nell'agenda, prima del Natale e del compleanno. "Vediamo quanto mi ama..." il pensiero ricorrente. In realtà, anche se lui ti ama alla follia, c'è un gene nel suo DNA programmato appositamente per deludere tutte le tue aspettative romantiche: ci dovrebbero preparare fin da bambine a questa verità, senza confonderci le idee con storie di principi azzurri che arrivano a cavallo il giorno degli innamorati e ti donano il loro cuore, finemente avvolto in un cesto di rose rosse. 

 

Scherzi a parte, anche in questo caso il lato bello c'è e le coppie, quelle vere, quelle che tutti i giorni lottano insieme condividendo dolori e sventure (perché gioie tutti i giorni saremmo di nuovo nei cartoni della Disney), lo sanno: San Valentino è un pretesto. Anche chi non lo apprezza e non se ne interessa lo prende come buona occasione per dire un "ti amo" in più, quello che a volte a fine giornata ti perdi fra stanchezza e problemi vari. E' un giorno come un altro per andare a cena fuori e chiacchierare o far vedere che ci ricordiamo il suo piatto preferito (e siamo anche in grado di cucinarlo, a grandi linee come lo preparava la mamma/nonna). Un pensiero per chi ci sopporta tutti i giorni, perché è vero che le coppie si amano tutto l'anno e non solo il 14 febbraio, ma è facile perdersi nel gran caos che abbiamo costantemente intorno.

A San Valentino ricordatevi una volta in più quanto è bello amare. 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

0