Pausa di Creazione

September 27, 2017

Dopo un breve periodo di assenza, eccoci tornati operativi con il Blog targato Banè Firenze.

Cosa abbiamo fatto in questi giorni? Siamo stati al mare, in un posto esotico, con in mano un Mojito, nuotando fra i delfini e dormendo per la restante parte del tempo. Magari. In realtà l’assenza è giustificata dal fatto che è stata creata e caricata nel sito una nuovissima collezione, tutta da scoprire su www.banefirenze.com.

 

Cosa comporta creare e lanciare una nuova serie di gioielli, è stata una scoperta. Prima di tutto c’è la fase creativa, in cui gli addetti ai lavori si spremono le meningi in cerca dell’idea geniale e innovativa che possa colpire in questo mercato letteralmente tartassato in tutte le salse di oggetti sempre uguali ma incredibilmente alla moda. Il cervello fuma, gli occhi immaginano, la mano armata di matita si muove nel foglio. Alcune palline perfette per tentare il canestro nel cestino più vicino, sempre troppo lontano per alzarsi. Ne entra una su dieci. Litri di caffè e, proprio quando stai per abbandonare tutto, arriva l’ispirazione. Non te la aspetti, quell’idea chiusa in un cassetto della memoria o in buco nero del cervello, pronta ad esplodere e diventare prima una bozza poi un qualcosa di sempre più definito. Prendono forma anelli, bracciali, orecchini, collane con ciondoli, geometrici, pietre colorate, animali. Fantasia.

 

Poi, dopo aver disegnato, si passa all’azione. Creazione di modelli. A questo punto ci si può rendere conto che alcune idee sono un po’ più difficili da realizzare del previsto. “Ma una cosa più semplice non mi poteva venire in mente?”. Nonostante tutto il progetto si protegge e si difende con le unghie e con i denti, come l’ultima fetta di torta. Guai a chi si avvicina. Guai a chi prova a dire “ma se invece si facesse in un altro modo”. Non scherziamo. Un modo si trova sempre, basta volerlo. E allora via a ore e ore di lavoro, con gli occhi che lacrimano, il pezzo più pesante ti cade su un piede, cerotti e disinfettante amici del cuore, le mani sbucciate, le dita macchiate. Segni di un lavoro che ti rimane nella pelle e ti entra nell’anima.

 

Infine, con la soddisfazione di Colombo quando è arrivato in America, prima di rendersi conto che non era nelle Indie e vai a capire dove era finito, si ammira bene tutto, si controllano le rifiniture, ci si interroga sulla riuscita, si prova tutto e ci si auto-congratula. Poi il baratro. Bello, ho creato tipo un centinaio di oggetti, bravo me, ora c’è tutto da fotografare e sistemare adeguatamente nel sito. Fare foto adatte al web, efficaci per la gallery, che catturino l’attenzione dell’esigente e spietato popolo dei social network. Tanta pazienza e la fortuna di avere la possibilità di usare come sfondo una delle città più belle del pianeta. Mille mila foto che se ne viene bene il 10% è una fortuna. Questa è sfocata, questa l’ho fatta per sbaglio, no no è il mio dito quello, c’è dietro un turista, mi è partito il multiscatto, flash o non flash, modalità notturna.

 

Alla fine è pronta una collezione completamente fatta a mano, realizzata con tutti i passaggi della tradizione artigianale, che, partendo dalla creatività e dall’ispirazione, da una matita e un foglio di carta, arriva direttamente nel sito, nel vostro computer, tablet, telefono, Iphone18, anche Android, Huawei, Super Mario Bros. Magia. Dunque siamo tornati più propositivi che mai, vi invitiamo a dare un’occhio al sito e al catalogo, che siamo sicuri non vi deluderà.

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload